Giansone, grande scultore dimenticato
A cura di - 18 mag, 2016
0
  • 01541_Sj
  • CIPET
  • CROCIFISSO
  • GIA foto guida low
  • Giansone in studio
  • Giansone via Messina 40  opera omnia
  • img003
  • Istituo Srtatale d'Arte oggi Liceo Artistico Passoni
  • MAGAZZINO 1
  • Magazzino via Messina bronzi
  • MAGAZZINO VIA MESSINA TOTALE
  • Santa Cecila Rai
  • TOMBA
  • via cernaia

Si torna a parlare di Mario Giansone, artista torinese (1915-1997), schivo, geniale e carismatico: la mostra «L’Armonia nascosta», aperta fino al 25 maggio presso il Teatro di Palazzo Saluzzo Paesana via Bligny 2, ne recupera la memoria segnalando tra l’altro ai torinesi alcune sue notevoli opere in città: presso l’Auditorium Rai di via Rossini la […]

Si torna a parlare di Mario Giansone, artista torinese (1915-1997), schivo, geniale e carismatico: la mostra «L’Armonia nascosta», aperta fino al 25 maggio presso il Teatro di Palazzo Saluzzo Paesana via Bligny 2, ne recupera la memoria segnalando tra l’altro ai torinesi alcune sue notevoli opere in città: presso l’Auditorium Rai di via Rossini la scultura di Santa Cecilia, al Cimitero Generale un Cristo Benedicente e un Coro degli Angeli (Tomba Rebaudengo), davanti al Cipet di via Quarello 19.

Improvvidamente Torino rischia di dimenticare questo suo grande artista, autore di un Crocifisso donato nel 2015 a Papa Francesco, in occasione della sua visita a Torino. Fino a pochi anni fa la splendida «Orchestra Jazz» di Giansone decorava il Grattacielo Rai di via Cernaia. Ora molte opere del maestro torinese «dormono» in un magazzino di via Messina 40 (Marmisti Ramella Pairin) in attesa che qualcuno pensi a una futura, doverosa valorizzazione.

Torino Storia
Torino Storia

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *