SONDAGGIO ON-LINE: vota il torinese del Novecento
A cura di - 5 mag, 2017
75
13239093_1740376066234644_2911392173926506799_n

Quali uomini, quali donne torinesi hanno maggiormente segnato, secondo voi, la storia del Novecento? Mancano tre mesi alla fine del sondaggio lanciato da Torino Storia in occasione dell’apertura del Polo del Novecento di Torino: avete tempo fino al 31 dicembre 2016 per dare i vostri tre nomi, scrivendo all’indirizzo mail sondaggi@torinostoria.com. Per scoprire la classifica […]

Quali uomini, quali donne torinesi hanno maggiormente segnato, secondo voi, la storia del Novecento?
Mancano tre mesi alla fine del sondaggio lanciato da Torino Storia in occasione dell’apertura del Polo del Novecento di Torino: avete tempo fino al 31 dicembre 2016 per dare i vostri tre nomi, scrivendo all’indirizzo mail sondaggi@torinostoria.com.

Per scoprire la classifica aggiornata dovrete aspettare il 15 ottobre, quando Torino Storia tornerà in edicola e nelle case delgi abbonati; intanto anticipiamo il quinto e il quarto posto della graduatoria: Giovanni Agnelli (1921-2003), 48 voti, e il Cardinal Carlo Maria Martini (1927-2012), 55 preferenze.

Sul numero di ottobre della rivista troverete i nomi dei 25 personaggi più rappresentativi del Novecento scelti dai lettori.

Torino Storia
Torino Storia

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti (75)

  1. Cosa signfica torinesi? Nate/i a Torino?
    Operato a Torino?
    Diventati famosi a Torino?
    Occorre innanzitutto puntualizzare che significato attribuire alla frase “Quali uomini , quali donne torinesi…”

  2. CARLO MARIA MARTINI

    Perl la straordinaria umanità che ha conquistato credenti e non, i fedeli milanesi che l’ebbero Arcivescovo per 22 anni, i non credenti che trasformò in curiosi di Dio, i carcerati e, tra questi, i brigatisti che a lui consegnarono le armi. Uomo di fede e di cultura fu uomo di pace e per questa missione si scelse Gerusalemme finché la salute glielo consentì. Anticipò e preparò il rinnovamento della Chiesa cui spesso si ispira Papa francesco

  3. Padre Carlo Maria Martini con il suo stile essenziale piemontese ha lasciato un segno indelebile tra credenti e non credenti cioè tra cielo e terra. Ha incrociato il dialogo tra fede e ragione con l autorevolezza naturale che non aveva bisogno di stare in cattedra. La dimensione contemplativa che apre alla comprensione e azione. Dall interiorità alla maturazione dell esteriorita. Ha aperto il cammino della Chiesa nel nuovo millennio. L ho incontrato nel 1984 a Lusaka, con semplicità si è interessato della mia vita e non mi ha più abbandonato. E mia figlia ora si chiama anche per questo Giulia..Maria… Un dono grande di Torino a tutti gli uomini di buona volontà. Grazie

  4. Il caro personaggio Carlo Maria Martini !
    La morte di una grande persona, filosofo della chiesa .
    Degno di essere stato superiore al papato .
    Degno di essere stato in silenzio uno zio di un nipote che ha le mie stesse caratteristiche “l’emofilia” .
    E con la sorella Maris Martini negli anni 78 fondammo l’Associazione Piemontese Emofilici .
    A lui che mi ricevette a Milano formulandomi gli auguri per aiutare gli altri che hanno le nostre caratteristiche e di non mollare ma di aiutare : cosa che ho fatto nel tempo !
    Angelo Magrini
    Presidente Associazione Piemontese Emofilici;
    3389692929am@gmail.com
    Politrasfusi Italiana
    Titolare dello scandalo del sangue infetto .
    Che ha fatto beneficiare a Tutte le persone infettate dell’indennizzo .
    e-mail
    3389692929am@gmail.com

  5. Cardinal Carlo Maria Martini
    Un uomo buono, dedito allo studio e alla preghiera. Un santo vescovo capace di aiutare il suo popolo a vivere (non solo a fare) la carità. Amico, pastore, guida spirituale, punto di riferimento culturale e morale per credenti e non.

  6. Due nomi: uno non l’ho conosciuto: Piero Gobetti; l’altro sì: Carlo Maria Martini.
    Il primo vincitore dell’idea di libertà, sconfitto dal fascismo e poi dai politicanti postbellici.
    Il secondo sconfitto in vita nel sogno di una Chiesa libera, ora vincitore con Francesco.

  7. Voto per Giacosa Dante (1905 – 1998 ) ingegnere .Vedere Treccani . Grande progettista meccanico e designer di carrozzerie.
    Le sue opere più famose furono la 500 e la Topolino f del dopoguerra . Lavorò con passione e senso del dovere
    per 40 anni per la Fiat lasciando dietro di se una scia di ammirevoli progetti
    . Il suo lavoro fu una pietra miliare per la Fiat …..
    Con la Cinquecento permise agli italiani di avere una vettura accessibile a tutti …..questo fu il suo grande desiderio .
    Fu autore di 3 libri : ” Motori Endotermici ” ( Hoepli ). ” I miei 40 anni di progetti alla fiat ” . ora sul sito del Centro storico Fiat ) ” Il mestiere del progettista” . ( Gamma) e partecipò a diverse pubblicazioni fra le quali La storia
    dell’automobile sulla Treccani .
    Ringraziando per l’attenzione , spero di essere stata utile……
    Torino , 11 /09 / 2016

    f

  8. Voto per Giacosa Dante (1905 – 1998 ) ingegnere .Vedere Treccani . Grande progettista meccanico e designer di carrozzerie.
    Le sue opere più famose furono la 500 e la Topolino f del dopoguerra . Lavorò con passione e senso del dovere
    per 40 anni per la Fiat lasciando dietro di se una scia di ammirevoli progetti
    . Il suo lavoro fu una pietra miliare per la Fiat …..
    Con la Cinquecento permise agli italiani di avere una vettura accessibile a tutti …..questo fu il suo grande desiderio .
    Fu autore di 3 libri : ” Motori Endotermici ” ( Hoepli ). ” I miei 40 anni di progetti alla fiat ” . ora sul sito del Centro storico Fiat ) ” Il mestiere del progettista” . ( Gamma) e partecipò a diverse pubblicazioni fra le quali La storia
    dell’automobile sulla Treccani .
    Ringraziando per l’attenzione , spero di essere stata utile……
    Torino , 11 /09 / 2016
    NON HO MAI INVIATO PRIMA QUESTO COMMENTO

    f

  9. Buongiorno.
    Per essere nato in Piemonte, aver vissuto a lungo a Torino, aver sempre conservato nel cuore questa città, aver dato tutto sé stesso all’Italia pagando per colpe non sue, nessuno meglio del Principe di Piemonte (S.M. Re Umberto II) può rispondere ai criteri ispiratori del sondaggio.
    Cordiali saluti.

  10. S. M. UMBERTO II
    sarebbe stato un grande RE, ed è una figura rappresentativa di Torino, del Piemonte e dell’ Italia, degna di essere ricordata ai posteri

  11. E’ stato torinese di adozione: non so se può essere motivo di esclusione. Spero di no. A Torino ha trascorso tre lustri della sua breve vita. Ha inventato la letteratura avventurosa in Italia, diventando dapprima un importante fenomeno di costume nazionale e poi un fenomeno letterario nonché protagonista di un rilevante capitolo di sociologia della nostra letteratura di consumo. Giovanni Spadolini ebbe occasione de definirlo, con Collodi e De Amicis, “un padre della Patria”. Potrei continuare. Sto parlando di EMILIO SALGARI (1862-1911).

  12. Visto che nessuno lo dice, allora sento il dovere di aggiungerlo io: Pier Giorgio Perotto, inventore del personal computer. Scusate se è poco :-)

  13. Primo Levi,Giovanni Agnelli Presidente Fiat, Paolo Pulici

    Il primo: grande scrittore
    il secondo: ha portato il nome di Torino nel mondo…..non è un giudizio sulla Fiat qui ci sarebbe da discutere
    il terzo: ha fatto grande il Toro,pur non essendo torinese

  14. Don Aldo Rabino per la straordinaria umanità e dedizione che ha dedicato ai giovani, futuro del mondo, e allo sport , anteponendo sempre la crescita e la formazione dei giovani credenti e non, per le innumerevoli iniziative umanitarie e missionarie svolte tra gli ultimi i lebbrosi del Brasile i bambini abbandonati , per le case di accoglienza , spiritualità e sportive create e gestite in Italia. Uomo di fede di cultura e sport.

  15. Vittorio Veglia,fondatore della Scuola Radio Elettra.Sono stati centinaia di migliaia gli italiani diventati tecnici
    grazie ai corsi della Scuola sull insieme del territorio.