I pionieri del nuoto nella mitica Vasca Diana
A cura di - 31 lug, 2017
0
20423964_1950220121916903_3279258253227273029_o

I moderni condomini di corso Massimo d’Azeglio angolo via Donizetti, sono stati costruiti nel luogo in cui sorgeva, nei primi decenni del Novecento, la prima piscina agonistica di Torino. Parliamo della Vasca Diana, un impianto progettato nel 1901 dall’architetto Pilade Chiantore per rispondere alla passione crescente dei torinesi nei confronti del nuoto sportivo. La Vasca […]

I moderni condomini di corso Massimo d’Azeglio angolo via Donizetti, sono stati costruiti nel luogo in cui sorgeva, nei primi decenni del Novecento, la prima piscina agonistica di Torino. Parliamo della Vasca Diana, un impianto progettato nel 1901 dall’architetto Pilade Chiantore per rispondere alla passione crescente dei torinesi nei confronti del nuoto sportivo. La Vasca operò fino all’inizio degli anni Venti, poi la sede della società sportiva Rari Nantes venne trasferita in altro luogo, oltre il fiume Po, zona Fioccardo; la piscina di corso Massimo d’Azeglio, a fianco del dipartimento universitario di Anatomia, fu smantellata.
vasca dianaInformazioni sulla Vasca Diana sono state pubblicate recentemente da Massimo Omedè con un post sulla preziosa pagina Facebook Torino Sparita. Si era agli albori dello scorso secolo – scrive l’estensore del post – gli sport acquatici non erano ancora un fenomeno di massa, ma pochi anni prima (1899) era nata a Torino la Rari Nantes, prima società sportiva di nuoto in Italia. Mancava un luogo dove poter esercitare questa nuova forma di passione sportiva.
Negli anni Venti del Novecento, quando la Vasca Diana fu demolita, venne sostituita fino agli anni Cinquanta dal fabbricato di una azienda di arredi metallici. Torino si espandeva, sorsero infine gli attuali moderni condomini.

Torino Storia
Torino Storia

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *